HOME

Benvenuto nel mio sito: il sito dell’ingegneria elettrica. In questo sito troverai materiale, articoli e quant’altro per crescere, conoscere e approfondire tutti gli argomenti legati alla professione e all’insegnamento del vasto mondo dell’ingegneria elettrica.

MACRO ARGOMENTI

  • Elettrotecnica
  • Impianti Elettrici (Civili, Industriali, Terziario)
  • Automazione Industriale (PLC, Arduino)
  • Elettronica Analogica e Digitale
  • Elettronica di Potenza

CHI SONO

Francesco D’Angelo, ingegnere elettrico, docente e libero professionista, nato a Napoli nel 1972 e laureato in ingegneria elettrica presso l’Università degli Studi di Napoli «Federico II» di Napoli. A partire dal 2003 opera nel campo della progettazione degli impianti elettrici in media e bassa tensione nel campo civile e terziario, con particolare interesse per quelli in ambito ospedaliero.

Docente di Tecnologie e Progettazione dei Sistemi Elettrici ed Elettronici presso l’istituito tecnico industriale G. Ferraris di Napoli.

Autore de “ELETTROTECNICA: CIRCUITI ELETTRICI IN REGIME STAZIONARIO” Ed. Giugno 2020.

BLOG

REQUISITI FORMALI DEGLI ELABORATI COSTITUENTI UN PROGETTO CONFORME ALLE NORME UNI e CEI (IMPIANTI ELETTRICI) – PROJECT MANAGEMENT

Nella mia carriera di progettista mi è capitato, non poche volte, di imbattermi in un progetto carente e non conforme alle norme UNI e CEI relative ai requisiti formali che la documentazione di progetto deve avere. Per questo motivo ho deciso di scrivere il seguente articolo il quale descriverà inizialmente le norme UNI che devono essere applicate agli elaborati grafici di progetto come ad esempio i formati dei fogli unificati o il posizionamento corretto del cartiglio. A seguire saranno illustrate le norme CEI da applicare per una corretta rappresentazione grafica e descrittiva di un progetto degli impianti elettrici.

L’INTERRUTTORE DIFFERENZIALE: QUANDO E PERCHÉ UTILIZZARLO

Un professionista che progetta un impianto elettrico sa, o meglio dovrebbe sapere, che non c’è nessun obbligo normativo, almeno di qualche caso particolare che approfondiremo nelle righe successive di questo articolo, che impone l’uso dell’interruttore differenziale. L’art. 412.5 della norma CEI 64-8 riconosce l’interruttore differenziale, con corrente differenziale nominale d’intervento non superiore a 30 mA, come …

EFFETTI FISIOPATOLOGICI DELLA CORRENTE ELETTRICA SUL CORPO UMANO

La corrente elettrica produce sul corpo umano è necessario al fine di definire i requisiti relativi alla sicurezza elettrica e quindi le caratteristiche dei sistemi di protezione contro i contatti indiretti. La percezione della corrente elettrica e dei relativi effetti, quando questa attraversa il corpo umano, in seguito all’applicazione di una differenza di potenziale tra due punti, avvengono con valori di corrente diversi dipendenti sia da fattori soggettivi (sesso, massa corporea, stato di salute) sia a quelli legati alle caratteristiche della corrente stessa (intensità, frequenza, forma d’onda).

NEWSLETTER

Iscriviti alla newsletter e riceverai in omaggio il primo capitolo del mio nuovo libro “AUTOMAZIONE INDUSTRIALE” che pubblicherò entro giugno ed e-mail periodiche per essere sempre aggiornato.